SI E’ ACCESO IL NATALE A FANO: GIOCHI DI LUCE, ARTE E BUON CIBO!

Quello di ieri è stato un pomeriggio da ricordare! Ho partecipato al photowalk #FanoXmasLights della città di Fano, organizzato con grande passione da Destinazione Fano, Comune Di Fano e Proloco. Non ho fatto tanta strada, ma come dico sempre, poco importa perché viaggiare non significa a tutti i costi andare lontano, ma vedere ciò che ci è vicino con occhi nuovi e, soprattutto, curiosi! 

Ci siamo incontrati in Piazza XX Settembre con gli altri blogger, fotografi e “malati di viaggio” come me e devo ammettere che è stato bello dare un volto a persone che fino a quel momento conoscevo solo virtualmente. Baci, abbracci, fotografie di gruppo e siamo partiti tutti insieme alla volta della prima tappa: IL  PRESEPE DI SAN MARCO.

Presepe di san Marco, Fano

Dovete sapere che in Via Mura Sangallo, a Fano, racchiuso nelle settecentesche cantine di Palazzo Fabbri si trova un “presepe gioiello”, il Presepe di San Marco, che riproduce scene del Vecchio e Nuovo Testamento. I personaggi sembrano veri, con dettagli curati nei minimi particolari, e ciò che mi colpisce è che si tratta di un presepe molto movimentato, oltre che enorme. Per dare qualche numero: la superficie misura circa di 350 mq distribuiti su un percorso di oltre 80 metri ed è animato da più di 600 personaggi. 
Una gigantesca opera d’arte!

Parlo con il decoratore, Maurizio Romagnoli, che con giusto orgoglio mi racconta che da ben 17 anni si occupa delle decorazioni di questo presepe.

ORARI DI APERTURA:
Da Natale all’Epifania 9.30/12.30 – 15/19
Tutte le domeniche fino a Pasqua 16/19
Nei mesi di Luglio e Agosto il ven/sab/dom  20.30/23.00

Ora sapete anche gli orari, quindi non avete scuse: una visita è doverosa!

Presepe san Marco, Fano
Chiesa San Pietro in Valle

Poi ci dirigiamo, accompagnati dalla bravissima guida Manuela Palmucci, verso la chiesa di San Pietro in Valle, un bellissimo esempio di barocco nel pieno centro di Fano. Non fatevi ingannare dalla facciata nuda di questo edificio, esternamente privo di orpelli. All’interno sarete travolti dallo sfavillio dei riflessi dorati della cupola. Ricordo la prima volta che entrai in questa Chiesa, un po’ per caso, come ieri restai stupita nel vederne l’interno, ricco di stucchi, marmi e bellissime pitture. 

Interno Chiesa San Pietro in Valle

Entriamo, poi, all’interno di uno dei più bei teatri marchigiani in cui, da appassionata di danza e teatro, ho visto tanti spettacoli, il Teatro della Fortuna. Ogni volta, però, entrarci è un’ emozione… qui si inalano cultura, storia e arte in un sol respiro. La sala degli spettacoli, con i suoi 595 posti circa, sfoggia a tutti con orgoglio il suo stile neoclassico ed è decorata con esemplare signorilità.

Interno Teatro della Fortuna
Pinacoteca San Domenico

Il tempo passa tra una chiacchierata tra blogger e l’altra, si passeggia tra le vie caratteristiche di Fano, sino ad arrivare alla Pinacoteca San Domenico che accoglie dipinti che vanno dal XIV al XVIII secolo, tra cui la celebre pala d’altare del Guercino raffigurante lo Sposalizio della Vergine, commissionata dalla famiglia Mariotti di Fano nel 1649.

Senza accorgercene arriva l’ora tanto attesa dell’accensione delle luminarie e della festa! Ci dirigiamo tutti verso il protagonista della giornata: il Re Albero di Natale. Dovete sapere che Fano ha deciso di fare un albero di Natale davvero originale, un’opera d’arte alta 12 metri, realizzata dall’Architetto Stefano Seri e da Paolo Del Signore.

Raggiungo Piazza XX Settembre, gremita di persone, mi posiziono felice come una bambina sotto l’immenso albero, iniziano i canti del Coro Gospel e… 3,2,1 si accende la magia delle luci !!! Parte la festa! E’ un tripudio di mani che applaudono, bambini che ridono, persone che fanno video e scattano fotografie per immortalare il momento.

Fano è una città che merita una visita in tutte le stagioni dell’anno. 

Piazza XX Settembre

Devo dire che anche in inverno è molto piacevole visitare Fano. Illuminata a festa, con i mercatini in Piazza XX Settembre, ricchi di prodotti dell’artigianato locale, le boutiques del corso che invitano a fare shopping, questa città è una meta natalizia da segnare in agenda.

 

Siamo tutti entusiasti dello spettacolo appena concluso, le persone riprendono la passeggiata nel Corso principale, e noi blogger ci dirigiamo verso l’ultima, gustosissima tappa del tour, per degustare il “Goiellino di Cartoceto” (un cioccolatino con un ripieno speciale, fatto da formaggio di fossa, Olio Dop, cioccolato bianco, fichi e ricoperto di cioccolato fondente… da provare!) ed una delle mie bevande invernali preferite: la tipica MORETTA fanese

Moretta in compagnia

CHE COS’E’ LA MORETTA?
Siamo tutti entusiasti dello spettacolo appena concluso, le persone riprendono la passeggiata nel Corso principale, e noi blogger ci dirigiamo verso l’ultima, gustosissima tappa del tour, per degustare il “Goiellino di Cartoceto” (un cioccolatino con un ripieno speciale, fatto da formaggio di fossa, Olio Dop, cioccolato bianco, fichi e ricoperto di cioccolato fondente… da provare!) ed una delle mie bevande invernali preferite: la tipica MORETTA fanese

Se volete contattarmi, lasciarmi i vostri consigli, raccontarmi le vostre testimonianze, scrivetemi a:  

                                               📧 marchigianainviaggio@libero.it

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *